IL SISTEMA COSTRUTTIVO XLAM

Le nostre case vengono costruite con il sistema costruttivo a pannelli in legno multistrato a strati incrociati “XLAM”. Lo sviluppo crescente del sistema XLAM trova ampio riscontro nel mondo dell’edilizia, il sistema nato in Europa (Austria e Germania) è stato in seguito particolarmente apprezzato soprattutto dai nuovi disciplinari di contenimento del consumo energetico degli edifici, ormai comuni a tutta Europa (CASACLIMA, ecc.) per la chiara successione degli strati dei pacchetti costruttivi e la presenza del legno sia come struttura che come isolante. Il legno è un ottimo isolante termico: dà protezione dal freddo invernale grazie alla bassa termo-conduttività e protezione dal caldo estivo per l’alta capacità di accumulo. Questo sistema costruttivo si presta alla realizzazione di costruzioni a più piani di tutte le tipologie architettoniche, ottenendo eccellenti prestazioni e adeguate risposte ai requisiti richiesti normalmente ad un edificio.

Queste costruzioni si distinguono soprattutto per l’ottimo comportamento termoigrometrico, il buon isolamento acustico, la resistenza a forti sismi, la protezione dal fuoco, la velocità di costruzione; sono ecosostenibili e hanno una durata che va ben oltre le aspettative di vita di un edificio.

Isolpan è tra le prime aziende in Sicilia ad aver introdotto questo sistema nell’anno 2006, utilizzando pannelli certificati di produzione austriaca. Lo spessore dei pannelli varia in funzione delle portate e la successione degli strati dipende soprattutto dal loro utilizzo, come parete o come solaio. La realizzazione delle pareti avviene in stabilimento nel rispetto di un ben preciso progetto costruttivo, le lavorazioni di taglio, foratura, fresatura etc. vengono eseguite con macchina CNC secondo il progetto esecutivo. Nei cantieri in cui gli spazi sono ristretti e confinati, soprattutto nelle ristrutturazioni e sopraelevazioni, la dimensione e la modularità degli elementi permettono un agevole montaggio direttamente in cantiere.

L’involucro edilizio è composto da strutture di chiusura opache come pareti, solaio di copertura, solaio controterra e strutture di chiusura trasparenti (finestre).

Per avere garanzia di elevata e costante prestazioni energetiche nelle nostre pareti sono presenti materiali omogenei (legno e fibra di legno) con valori di resistenza al vapore decrescente dall'interno verso l'esterno.

La nostra parete è così composta (dall’interno verso l’esterno):

  • il rivestimento interno composto da pannello di gesso o gessofibra direttamente sul pannello xlam o doppio pannello di gesso o gessofibra su vano intercapedine (con isolamento in fibra di legno o lane minerali di tipo flessibile) per impianti e finitura.

  • Il pannello XLam con funzione portante.

  • Il cappotto esterno con rivestimento ad intonaco o con altri materiali di finitura con funzione di protezione e di isolamento termoacustico.

Il rivestimento interno oltre alla funzione estetica deve garantire un’ ottima traspirabilità, senza emissioni nocive per la salute; può essere realizzato a secco o a umido prediligendo materiali traspiranti, inoltre ha la funzione di protezione dal fuoco.

  • L’ elemento portante è il pannello XLam in legno lamellare a strati, composto fondamentalmente da 3 o 5 strati incrociati. Gli strati esterni verticali hanno funzione portante, lo strato interno composto da lamelle orizzontali sfalsate tra loro in modo di assicurare la perfetta tenuta all’aria e di opporsi alle azioni di taglio. Tutti gli strati sono incollati fra loro solo nei piani, con collante poliuretanico privo di solventi e formaldeide lasciando liberi quindi i fianchi delle lamelle, in modo da permettere una maggiore traspirazione.

  • Il cappotto esterno viene realizzato preferibilmente con la fibra di legno in doppio strato sfalsato, ad alta densità e spessore secondo la classe energetica dell’edificio, tale da consentire il massimo isolamento termico per il freddo, un ottimo sfasamento e accumulo di calore per il caldo estivo, proteggendo il legno della parete dall’umidità esterna (la fibra di legno è in grado di assorbire l’ umidità dall’aria esterna senza perdere le caratteristiche isolanti). La finitura esterna è realizzata con intonaco a base vegetale specifico, traspirante effetto muro oppure con qualsiasi rivestimento (legno, pietra, metallo,.) con facciata ventilata. Ai fini della durabilità della struttura, è importante che nelle parti basamentali della parete vi sia il taglio all’umidità di risalita dalle fondazioni, poiché questo è un punto molto delicato. Il contatto tra legno e fondazione deve essere effettuato con delle guaine specifiche idrorepellenti.

LE COPERTURE

La copertura di una casa è composta da un pacchetto formato da diversi strati. Solitamente viene utilizzato un tetto ventilato che consiste nel creare una ventilazione sotto il manto di tegole su appositi supporti in modo che tra le tegole ed il tetto ci sia uno strato d'aria di 5 centimetri circa. Questo perché l'aria, come si sa, è un ottimo isolante termico e la ventilazione fa si che la casa abbia dal tetto un isolamento circa dieci volte superiore al tetto classico. Il tetto ventilato rappresenta quindi una soluzione che permette di avere maggiori risultati, garantisce infatti rispetto al tetto normale una durata maggiore ed un maggior risparmio energetico perché si risparmia enormemente in riscaldamento e condizionamento. Varie sono le soluzioni costruttive ed architettoniche di un tetto in legno che permettono grande libertà sia nella forma che nelle dimensioni nonchè un alto livello di comfort interno. Occorre fare molta attenzione alla composizione dei diversi strati del tetto perchè il tetto in legno deve essere costruito rispettando i parametri del benessere abitativo, che si esprimono in termini di temperatura, umidità e luminosità, oltre che in termini di forma e materiali impiegati. I nuovi sistemi costruttivi, una accurata scelta dei materiali che formano il pacchetto di copertura ed una corretta posa, permettono oggi di costruire coperture in legno che proteggano sia dal freddo invernale che dal caldo estivo con ottimi risultati in termini di isolamento e benessere abitativo.

I SOLAI

Il solaio di interpiano può essere realizzato sempre con pannelli in legno lamellare XLam, lo spessore dei pannelli può variare dai 95 mm fino a 240 mm in funzione delle luci da coprire. I pannelli si posano sopra le pareti o sugli elementi portanti. Le travi sono realizzate in legno lamellare d’abete ed hanno qualità a vista. (classe di resistenza GL24, 28).

Il pacchetto che costituisce il solaio è composto da diversi strati anche in funzione dell’isolamento acustico da raggiungere. Sulla parte superiore del pannello XLam si inserisce un telo protettivo in polietilene, un sottofondo galleggiante a secco (per la posa degli impianti), isolante anticalpestio con fascia perimetrale a taglio acustico, un altro telo protettivo con funzione di barriera al vapore e un sottofondo cementizio per la posa del pavimento. Nella parte inferiore del pannello è collocata l’intercapedine per gli impianti con interposizione di isolamento in lana minerale e rivestimento con sistemi diversi (lastra di gesso, lastra in legno…).

Stratigrafia da sopra a sotto:

  • pavimentazione

  • massetto cementizio

  • telo protettivo

  • pannello isolamento al calpestio

  • sottofondo galleggiante a secco con impianti

  • solaio in legno massiccio incrociato a 5 strati

  • Intercapedine impianti

  • pannello in cartongesso naturale

Questa tipologia di solaio viene realizzato in fabbrica già completo di tutti le aperture quali i fori tecnici come il vano scala, per i passaggi verticali degli impianti, ecc. secondo lo schema del progetto esecutivo. Ha elevate caratteristiche strutturali di resistenza antisismica, ha notevole capacità per portata di carichi concentrati, minima freccia di flessione, resistenza sia a trazione che a compressione con il vantaggio di essere una struttura più leggera e resistente al fuoco.

A differenza di quanto molti credono In caso d’incendio, infatti, la struttura in legno lamellare brucia molto lentamente ed ha un effetto di compartimentazione in grado di isolare maggiormente il calore della combustione. Questo significa che dal punto di vista statico, un solaio in Xlam resiste molto di più di un solaio in cemento.

Utilizziamo i cookie per personalizzare la tua navigazione e analizzare il nostro traffico: proseguendo con la navigazione accetti che Isolpan registri le informazioni necessarie sotto forma di cookies.